Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, string given in /web/htdocs/www.romagnaharleygroup.com/home/wp/wp-content/plugins/wordpress-mobile-pack/frontend/sections/show-rel.php on line 49 Warning: array_intersect(): Argument #2 is not an array in /web/htdocs/www.romagnaharleygroup.com/home/wp/wp-content/plugins/wordpress-mobile-pack/frontend/sections/show-rel.php on line 54

le rime di pasquino

pasquino

 

 

 

Pirati alla riscossa

 

I pirati son tornati, tutti molto affaccendati in mestieri ben studiati,

per iniziar questa invasione la club house è l’occasione.

 

I pirati son sbarcati e nel covo ritirati, per un giorno rilassati, chi al sole

chi sotto la fronda, con birra e con tartina senza tanto stare in sordina.

 

Sulle tavole imbandite, a cibarie assai gradite, hanno fatto l’arrembaggio

Tutti han preso a piene mani per mangiar pane e salami.

 

Una volta ben satolli son partiti in gran parata per la spiaggia agognata

Una parata eccezionale a garanzia di gran finale.

 

Cento Harley prestigiose per le strade perigliose, cento Harley colorate

per le vie le più affollate, tutte in fila e ben portate, sotto scorta a capitani

che a guidar lor son sovrani ed infine hanno imbarcato sul veliero colorato.

 

Al calare della sera hanno issato la bandiera e dopo aver via via cenato, fatto

Gruppo e poi ballato, pure la targa hanno donato.

 

Il veliero è poi salpato e qui la notte hanno passato, fino a ore piccoline

alla caccia di bambine, di bambine cresciutelle, poche storie e non favelle.

 

Ma non tutti hanno beccato e chi sol s’è ritirato sé pur preso dello sfigato.

Una giornata da rifare se in pace ben vuoi stare, un bel segno di amicizia

forte e sano per andar sempre più lontano.

Una festa singolare per ben farsi ricordare.

 

 

by pasquino    18 luglio 2015

————————————————————————————————————–

Rossana la donna del corsaro nero

Il Francè ha una fortuna

è Rossana la sua luna,

questa donna tutta bruna

che con gli occhi sa parlare

ed il gruppo ben trainare

nel piacere di guidare

tutti può ben trasportare.

Per i bikers trasognati,

del Romagna gli affiliati,

nel rispetto della donna,

la Rossana è una Madonna

————————————————————————————————————-

BAD BOYS RUN   

night run   9 aprile 2011  ore 20,00

 

Tra un viaggetto e una girata ci sta bene qualche sparata,

una sparata vespertina da durar oltre mattina.

Se di notte vuoi dormire questo run devi abortire.

Questo run è riservato all’harleista scanzonato

con lo spirito d’andare e solo il bello vuol gustare.

Strada buia e curvosetta per dar sfogo alla manetta

di notte s’ha da fare per far festa e poi brindare.

Dove arriva non lo so ma di certo ci sarò.

 

Se i buoni vanno in paradiso, i cattivi vanno dappertutto

By pasquino per BAD BOYS RUN  

————————————————————————————————————-

Brum brum, nonno, nonnino

or che son venuto qua, grazie a mamma ed a papà,

se con me tu vuoi giocare, tu mi devi ben viziare,

brum brum, in moto voglio andare e tu devi pilotare

sono il quarto piccolino voglio il posto sul tuo sellino

Nonno, nonnino, io voglio il motorino.

Ora che sono così piccino, basterà un carrozzino, ma

che sia bello e un pò cromato e magari smarmittato,

che dal nonno sia pagato per sto bimbo appena nato.

Nonno, nonnino se un regalo mi vuoi fare, bada ben

é un  harley che poi dovrai comprare.

Se con me tu vuoi giocare, tu mi devi ben viziare,

bada ben non ti scordare, un harley devi comprare.

Baci, bacioni, bacetti

Andrea      brum brum

————————————————————————————————————-

Bud Boys Run has gone.

Si sapeva, era solo per pochi, ma indomiti motociclisti.

Alla partenza tre moto, tre bikers, di quelli che la moto l’hanno nel DNA.

Tre bikers giovanissimi, se si sommano gli anni, si sfiorano i due secoli, ma giovani nello spirito.

Ovviamente accompagnati dalle le rispettive”girls”, che da sempre viaggiano con loro.

Tre bikers che da oltre trent’anni girano per le strade d’Italia e del mondo con il piacere d’andare e di godere di quello che si trova.

La meta sconosciuta: Santo Stefano di Sessanio,

antico borgo medioevale collocato sui monti della Laga, oltre i 1250 metri s.l.m.

Una corsa di 350 km , fatti d’un fiato;

chilometri divertenti e veloci, per arrivare alla locanda, meta del viaggio.

La locanda, un nome ed un programma: “Tra le Braccia di Morfeo”;

non solo per dormire in pace e tranquilli ma anche per sostare e gustarsi quello che il paese offre.

Aleggiava nell’aria lo spirito di Bacco e della dea Venere, che qui sono di casa;

insieme con Morfeo fanno un trinomio forte e prorompente.

E’stato come fossero seduti alla nostra tavola, abbiamo cenato festosamente insieme.

Una cena semplice e sostanziosa, un’ottima cucina che non si trova altrove, fatta di prodotti locali: lenticchie, orecchiette e tagliatelle per iniziare,

agnello alla brace e formaggio arrosto a seguire,

il tutto innaffiato da un ottimo ed abbondante Montepulciano DOC.

Che bella serata, che bella nottata, che solida sana dormita.

Un viaggio da rifare col medesimo spirito col medesimo obiettivo.

Alla faccia dei poltroni borghesi, puzzoni diffidenti.

viva la buona tavola, Viva la figa, viva la moto

————————————————————————————————————-

Capo d’anno 2012

L’anno vecchio sta per andare, quello nuovo per arrivare

questa notte siamo qui riuniti che vogliamo festeggiare,

è un augurio di letizia e chi lo prende ben inizia.

Questa sera è un’occasione che rafforza la passione,

c’è chi arriva da lontano e chi ancora sta sul divano

dal gilet che noi portiamo coi colori ci distinguiamo

noi dall’Harley accomunati, siamo fratelli dichiarati,

con le moto siamo gaudenti, alle feste sempre presenti

moto e feste è una passione che montar fa la pressione

è una buona tradizione questa qua del gran veglione,

coi fratelli del Romagna, stare insieme è una cuccagna

ai fratelli del Fidelis, è un piacere mescere il bicchiere,

noi del Riccione siam piccolini ma con voi siam ercolini

Festeggiamo quest’anno nuovo, che ben porti ai nostri

gruppi, buona strada e mai intoppi.

————————————————————————————————————-

rimetta

pubblicata da Pasquino il giorno giovedì 19 maggio 2011 alle ore 0.35

 

Per andare al festival è mancato il mio caval,

mi ha lasciato sulla strada poco prima d’arrivare,

l’ho dovuto poi albergare per ben farlo riparare.

Per due giorni ho tribolato per riaverlo riparato,

come nuovo ora é tornato, son contento ed ho pagato.

La mia Ultra è più costosa di famiglia numerosa,

se con me vuol continuare questi scherzi non son da fare,

se lei pensa d’essere arrivata, io la cambio di volata.

Una nuova ho già adocchiato ma poi vado rovinato,

ora ancor voglio sognare di poterla cavalcare,

tanta strada vorrei fare prima ancor di rinnovare.

————————————————————————————————————-

Gira qua e gira là che sarà sta novità

con sta gente non si sa dove mai si finirà

col Free Chapter di Romagna a girar è una cuccagna

questa è gente genuina che non disdegna la cantina

che sia bianco o che sia nero siete sempre su quel sentiero

come meta ad ogni viaggio è un dover fare l’assaggio con brindata

generale in onor a chi più vale per chilometri o simpatia viva viva l’allegria

Al Romagna son tutti miei fratelli, tra i bikers certo i più belli, son cresciuti

e dell’HOG non son novelli, che son grandi è una realtà e chi ci entra mai più ne uscirà

daje Francè, la via è già spianata manca sol la serenata che la brigata è ben forgiata.

————————————————————————————————————-

 

Romagna Harley Group  –  Pirati alla riscossa

I pirati son tornati, per due dì affaccendati in mestieri ben studiati,

al Waikiki son sbarcati e al calare della sera han piantato la bandiera,

sulla spiaggia hanno cenato, fatto gruppo e poi ballato, qui la notte

hanno passato, fino a ore piccoline alla caccia di bambine, di bambine

cresciutelle, poche storie e non favelle; ma non tutti hanno beccato un

incontro fortunato, chi da sol s’è ritirato sé pur preso dello sfigato.

A continuar quest’invasione il laghetto è l’occasione; dalla Roby ci siam

fermati e per un giorno rilassati, chi al sole, chi sotto la fronda,  qui per

tutti è andata tonda;  una giornata da rifare se in pace tu vuoi stare,

quando è ora di mangiare qui nessun si fa pregare, quando è l’ora

dello spuntino salta fuori anche il bagnino, un bagnino un pò speciale

che la moto sa portare per lavoro e per diletto è pilota quasi perfetto,

anche cuoco sopraffino per amor dello spuntino e dopo molto lavorare

s’è rimesso a studiare di pentole e di fornelli per dilettare i suoi fratelli.

Alla fin della giornata abbiam fatto la parata, una parata eccezionale,

garanzia di gran finale, cento Harley prestigiose per le strade perigliose,

cento Harley colorate per le vie le più affollate, tutte in fila e ben portate,

sotto scorta dei capitani che a guidar lor son sovrani, in fin ci hanno portato

nel cuor dell’abitato e dopo aver via via cenato pure la targa ci hanno donato,

un segno di amicizia forte e sano per andar in moto insieme e sempre più lontano.

Una festa singolare per ben farsi ricordare.

20-30 luglio 2011

————————————————————————————————————-

 

Il Romagna è un gruppo sano, qui la gente é alla mano,

son gli amanti del motore, di quel motore americano

che si sente da lontano, con quel suono singolare che

la testa fa girare, quando passano è un gran stupore,

è uno stupore generale nel mirare quel materiale,

colorato e musicale, soprattutto originale.

Da due anni sono arrivati e ben si sono organizzati,

all’ Hog sono affiliati e per sempre con noi legati,

con Francè in testa al gruppo è garanzia di gran sviluppo

se tutti i biker son fratelli, noi dell’ hog siamo i gemelli.

 

Felice strada fratelli

04-08-2011

————————————————————————————————————-

Notte gitana,

Erano 20 quando son partiti e per strada altri 10 si sono uniti,

dove andare non lo si sa, gira qua e gira là,

son finiti in birreria a misurar quanto ognun possente sia,

ci hanno messo si tanto impegno che alla fine ognun era il più degno.

Chi da desto e chi dormuto, alla fine tutti han ben tenuto

e per non sembrar dei trasandati nel fiume si son lavati,

ma dopo il bagno la sete è ritornata e c’è voluta un’osteria per calmar la bramosia,

a cena con la costata la sete è ritornata, c’è voluta l’osteria per calmar la bramosia,

nel volgere della festa a lungo si è brindato ai colori che a Spotti hanno consegnato

e così dalla sera fino all’albeggiare tanto che qualcun non seppe più dove alloggiare

un bel prato gli è toccato fino a quando si è svegliato;

c’è chi in tenda s’è addormentato ma aimé tutto gli è cascato,

ritrovandosi così svegliato come in un lenzuolo e tutto ben fasciato;

ed ancora per ben finire c’è chi col moscone ha litigato che nel braccio l’ha beccato.

La sete era tanta, come si sta bene  all’osteria a fugar la malinconia,

iniziata di mattina e culminata con la birra che gran gusto dà e ben ci piglia

bevi tu che bevo anch’io, che dall’osteria nessun se ne va via.

————————————————————————————————————-

————————————————————————————————————–

A Fabiola

E’ ormai tempo di tornare, guarda davanti non ti girare,

ora a casa puoi andare e coi tuoi cari la vita continuare.

A quel che é dietro non ci pensare, tu avanti devi andare,

nella vita c’é sempre da lottare, tu sei forte non mollare.

Se il destino è stato amaro, tu cerca il nuovo faro, non ti

girare indietro, guarda lontano per uscire da sto uragano.

Da quel dì che sei arrivata, or si, che ben sei migliorata, a

noi non basta, da te vogliam di più e la forza metticela tu.

Tanta strada c’è ancor da fare tu non devi mai mollare, se

il ricordo può tornare, il futuro al primo posto deve stare.

Noi Free Chapter siam tutti belli e ci sentiam come fratelli

ma dal Romagna sei adottata come sua figlia privilegiata.

Ti vogliamo tanto bene e per te, da qui in avanti, solo cose

sfavillanti, se un dì ci chiamerai la mano sempre troverai.

VAI  FABIOLA  VAI … A CASA TUA PRESTO SARAI

Il passato muore, il presente vive e la tua vita continua !!

VAI  FABIOLA VAI    !!!

Quando il passato ti chiama, salutalo e poi vai avanti,

domani è un nuovo giorno.

Non permettere mai ai tuoi ricordi di essere migliori dei tuoi sogni.

Domenica 27 Ottobre 2013

————————————————————————————————————-

 

Lettera del RHG FC

E’ ormai Natale, le famiglie si riuniscono, la famiglia dei Free Chapter è qui unita, in questa occasione di festa.

Oggi festeggiamo il nostro Natale.

Oggi festeggiamo la famiglia Free Chapter.

Oggi festeggiamo perché è troppo bello far festa insieme.

Oggi dobbiamo festeggiare ancor più della festa stessa,

chi ha sempre lavorato perché questo avvenisse.

Chi ha impegnato il suo tempo e le sue forze per far crescere il gruppo.

Chi nei momenti più duri ha saputo tenere la rotta.

Chi da sempre ha posto il gruppo al centro della sua giornata.

Chi ha saputo dare a questo gruppo un corpo e un anima.

Certo di esprimere il mio sentimento personale e quello di tutti i soci del Romagna Harley Group

(a gran voce)

dico Grazie di esserci a     Ross ed a Francé 

Se non ci foste Voi, nessuno avrebbe potuto inventarvi.

Il vostro spirito, il vostro carisma è la garanzia di una lunga vita al RHG FC

 

I tuoi associati                                                                    Domenica 15-12-2013

————————————————————————————————————-

 

Natale 2013,

Buon Natale a tutti Voi,

Buon Natale ai miei fratelli,

guardate un pò quanto son belli, tutti in kilt, vestiti a modo

per la festa natalizia, tutto è gioia e gran letizia,

questo è un segno d’amicizia, su brindiamo a questo evento,

che si può ben replicare finché è dato da campare.

Questo gruppo è una realtà che tanta strada ancor farà,

con le moto luccicanti e le sottane svolazzanti

molti giri ci son da fare, che siano strade o siano tornanti,

si vuol solo andare avanti,

sarà una carovana la miglior di razza umana.

Amici, fratelli, famiglia, qui nessuno ci scompiglia,

e questo è la vera meraviglia.

Domenica 15-12-2013

————————————————————————————————————-

Romagna Harley Group – Pirati alla riscossa 

pubblicata da Pasquino il giorno martedì 2 agosto 2011 alle ore 0.28

 

I pirati son tornati, per due dì affaccendati in mestieri ben studiati,

al Waikiki son sbarcati e al calare della sera han piantato la bandiera,

sulla spiaggia hanno cenato, fatto gruppo e poi ballato, qui la notte

hanno passato, fino a ore piccoline alla caccia di bambine, di bambine

cresciutelle, poche storie e non favelle; ma non tutti hanno beccato un

incontro fortunato, chi da sol s’è ritirato sé pur preso dello sfigato.

A continuar quest’invasione il laghetto è l’occasione; dalla Roby ci siam

fermati e per un giorno rilassati, chi al sole, chi sotto la fronda, qui per

tutti è andata tonda; una giornata da rifare se in pace tu vuoi stare,

quando è ora di mangiare qui nessun si fa pregare, quando è l’ora

dello spuntino salta fuori anche il bagnino, un bagnino un pò speciale

che la moto sa portare per lavoro e per diletto è pilota quasi perfetto,

anche cuoco sopraffino per amor dello spuntino e dopo molto lavorare

s’è rimesso a studiare di pentole e di fornelli per dilettare i suoi fratelli.

Alla fin della giornata abbiam fatto la parata, una parata eccezionale,

garanzia di gran finale, cento Harley prestigiose per le strade perigliose,

cento Harley colorate per le vie le più affollate, tutte in fila e ben portate,

sotto scorta dei capitani che a guidar lor son sovrani, in fin ci hanno portato

nel cuor dell’abitato e dopo aver via via cenato pure la targa ci hanno donato,

un segno di amicizia forte e sano per andar in moto insieme e sempre più lontano.

Una festa singolare per ben farsi ricordare.

————————————————————————————————————-

 

S’i fossi foco

S’i fosse fuoco, arderei ‘l mondo;
s’i fosse vento, lo tempestarei;
s’i fosse acqua, i’ l’annegherei;
s’i fosse Dio, mandereil’ en profondo;
s’i fosse papa, allor serei giocondo,
ché tutti cristiani imbrigarei;
s’i fosse ‘mperator, ben lo farei;
a tutti tagliarei lo capo a tondo.
S’i fosse morte, andarei a mi’ padre;
s’i fosse vita, non starei con lui;
similemente faria da mi’ madre.
Si fosse Cecco com’i’ sono e fui,
torrei le donne giovani e leggiadre:
le zoppe e vecchie lasserei altrui.

Si fossi foco arderei lo mondo

Si fossi acqua l’annegherei

Si fossi pasquino, come sono e fui

le donne belle e leggiadre tutte piglierei

Le brutte e le vecchie lascierei altrui.

By pasquino

Liberamente tratto da “s’I fossi foco”

—————————————————————————————————————

 

 BAD BOYS RUN   

night run   9 aprile 2011  ore 20,00

 Tra un viaggetto e una girata ci sta bene qualche sparata,

una sparata vespertina da durar oltre mattina.

Se di notte vuoi dormire questo run devi abortire.

Questo run è riservato all’ harleista scanzonato

con lo spirito d’andare e solo il bello vuol gustare.

Strada buia e curvosetta per dar sfogo alla manetta

di notte s’ha da fare per far festa e poi brindare.

Dove arriva non lo so ma di certo ci sarò.

 

Se i buoni vanno in paradiso, i cattivi vanno dappertutto

By pasquino per BAD BOYS RUN 

 

Io son pasquino dell’hog lo scribacchino,

con la moto io amo andare ed i nervi rilassare.

Nel pien della carriera ho saltato la ringhiera

con la moto son partito per cercare un nuovo mito

poi nell’ hog sono arrivato per viaggiare più scanzonato.

————————————————————————————————————-

 

Romagnaharleygroup ladies camp ‘11

17 agosto – ladies camp ’11

Il giorno prima

é un evento riservato, solo a donne dedicato

é un evento concepito per tagliar fuori il marito

se sole volete stare, noi ben altro abbiam da fare

se in campeggio volete andare non venite a lamentare

che sia pioggia o che sia vento se di notte dia tormento

se poi viene la paura non gridate alla congiura

se nella tenda volete stare vi dovete ben arrangiare.

 

Romagnaharleygroup ladies camp ‘11

18 agosto – ladies camp ’11

Giorno 1°

Pensato e fatto

a palla caricate in campeggio sono andate

solo donne han decretato é un evento riservato

han lasciato casa e famiglia per andar fra la giunchiglia

sul laghetto sono accampate per passar quattro giornate

in questo mese ben assolato faran di tutto tranne il bucato

vadan pure a campeggiare ma alla fine tutte a casa dovran tornare

quattro dì, sole e solette qui son fatti e non burlette