Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, string given in /web/htdocs/www.romagnaharleygroup.com/home/wp/wp-content/plugins/wordpress-mobile-pack/frontend/sections/show-rel.php on line 49 Warning: array_intersect(): Argument #2 is not an array in /web/htdocs/www.romagnaharleygroup.com/home/wp/wp-content/plugins/wordpress-mobile-pack/frontend/sections/show-rel.php on line 54

Memorial Paolo Scalise

11393011_10205943636261427_8881556085420383726_nnon guidare

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tutto il Free Chapter Romagna Harley Group con il cuore colmo di rabbia e tanta tristezza si stringe alla tristissima notizia della perdita di un suo fratello Paolo Scalise deceduto in moto, la sera del 2 giugno 2015, sulla Cervese.

Ciao Paolo ti volevano tutti bene, ma la vita é un soffio e tu ci hai lasciato come un soffio di vento di primavera.

Resterai sempre nei nostri ricordi, nei nostri pensieri e nei nostri viaggi. R.I.P.

Durante Romagnaharleygroup Francesco

11329940_1453946331570713_5573721113430281948_n

 

 

dedicato a Paolo: clicca sul foglio per ingrandire

dedicato a paolo


   11063892_826391340789849_6025722719976665605_n

 11182176_10205639935909108_6843007313310833680_n11188450_10205639924348819_2037387554836984451_n

…e poi ci sono quelle persone speciali che ti lasciano un’impronta profonda come una cicatrice…che non va più vìa…nemmeno con il passare del tempo!

Certe persone sono un’emozione per sempre…

pasquino

 

Si dimenticano le cose che non hanno valore, le cose meno importanti quelle senza senso.

Le cose importanti che ancora oggi ti fanno battere il cuore, non si possono dimenticare e non si può neanche dire che tutto passa ..…. perché non passerà mai.

I ricordi veramente belli continuano a vivere e risplendere sempre, pulsando dolorosamente insieme al tempo che passa.

Non vedere una persona aiuta a non pensarci, provare almeno a non pensarci, poi ti fermi in un posto dove lui c’era, lo ricordi e ti viene un nodo allo stomaco e tanta malinconia;

allora capisci che lui non se ne è mai veramente andato ed il ricordo rimane sempre.

pasquino

 

11377268_10205943637701463_5152850767497541359_n   11393259_10205943637421456_7250441436178228054_n

Tutto può cambiare in un baleno … Da una riunione x un evento ad una riunione per ricordare un fratello che non sarà mai più con tutti noi!

Anche questo fa parte di un gruppo, del nostro gruppo!

Francé

10479339_10205943635261402_8360730847068940352_n 11223605_10205936906893197_3500957262625179324_n  11329999_10205936906253181_5289925531410982278_n

 

Ho una specie di amore/odio per le foto! Da una parte le amo perché fissano dei momenti, quelli più belli, così da poterli riguardare dopo anni e ricordare ancora tutto ed è bello rivivere quegli istanti. Da una parte, invece, le odio.
Le odio perché a volte le persone delle foto non ci sono più, se ne vanno e riguardarle dopo ciò, e vedere la felicità in quel momento, ti manda la testa in aria, perché non riesci proprio a capire cosa sia potuto succedere, così da un momento all’altro, finire tutto così…E’ lì, allora, iniziano a salire i ricordi, la tristezza, la mancanza e a scendere le lacrime…

pasquino

 

 11289014_10204132416499498_306705289354791638_o

Cos’è per me un ricordo? è un pensiero custodito nei cassetti della mente; è un ordigno pronto ad esplodere in un angolo del cuore; è un aliante che prende il volo quando l’anima si arrende; è un filo, un appiglio a te legato quando lasci via libera al passato. Un ricordo è un’emozione che vive ancora sulla pelle e ti invade, ti sorprende fino a coglierti di spalle…

pasquino

11196242_10205699226831344_977935380881020394_n

IMG-20150530-WA0005 IMG-20150531-WA0004

 

dopo un meraviglioso week-end passato insieme…con amici, a tavola, a spiaggia, in hotel, in viaggio, tranquillamente verso casa

guidando i nostri sportster….. era inimmaginabile quanto il destino stesse riservando.

Paolo non ti dimenticheremo !

 

Paola Boschesi    

Non ho parole …. un WE a ridere e scherzare, ho un gran bel ricordo di questo ragazzo, semplice adorabile e con tanto spirito di Gruppo …..ciao Paolo R i P .

 

Inaki Makazaga

No hay palabras para expresar nuestro sentimiento por esta perdida de un compañero, mis mas sentido pésame a la familia y a los hermanos del FREE CHAPTER DE ROMAÑA, descansa en paz PABLO.
1St FREE CHAPTER BLANES SPAIN.

Adriana Adriana Che tristezza

Natale Dico Condoglianze, R.I.P.

Marco Cirilli Tutto il Riviera County si stringe attorno a voi per la scomparsa del caro Paolo…Un abbraccio a tutti ed alla famiglia…

Aldo Altare Sentite Condoglianze a tutto il Romagna Harley Group…e alla famiglia da parte mia e da tutti i Langanster
Vi siamo vicini

Gianluca Virgili R.I.P.

Sandro Betti Il destino ha volte è crudele R.I.P. Amico mio

Loris D’Elia Condoglianze

Morence Fellas Bruttissima notizia, le parole stanno a zero,rip amico biker!

Roberto Falchetti Condoglianze alla famiglia R.I.P. Paolo

Esther Sabio Biosca Condoglianze.

Stefano Vannicola Anche io l’avevo conosciuto Sabato,un ragazzo solare..che vita stronza..sentite condoglianze alla famiglia ed a tutto il RHG. R.I.P.

Alessandro Monzardo RIP

Francesco Cardellicchio Mi dispiace tanto ragazzi…vi abbraccio forte a tutti voi e alla sua famiglia

Fabrizio Frizzio Modelli Rip

Davide Ferlo Ferlisi R.I.P

Lorenzo Radaelli Ciao Paolo uno di noi RIP

Valter Vannucci Mi dispiace davvero tanto.. R.I.P.

Gallo Valeriano R.I.P.

Orlando Perri R.I.P.

Fede Hilly Billy Ciao paolo  rip

Andrea Longhi R.I.P.

Raniero Piovani R.I.P

Umberto Falone Ciao Paolo RIP.

Paolo Bernardini Sentite condoglianze…. Le parole sono inutili di fronte a queste tragedie che sconvolgono tutta la famiglia Free…

Nico Venerini R.I.P

Christian Germe R I P

Nazzareno Cavallaro R.I.P

Carmelo Toscano R.I.P.

Maurizio Baroni Bob Rock Mia aggiungo al dolore R.I.P.

Luca Mitraglia HD Rovina r.i.p.

Franco Frank Bottero R.I.P Paolo. Le mie più sentite Condoglianze ai familiari e alla Famiglia Romagnaharleygroup.

Giancarlo Emmi R.I.P.

Claudio Marengo RIP le mie più sentite condoglianze

Michele Perna Ciao paolo r.i.p

André Luis S. Santos R.I.P.

Marcello Fusella R.I.P.

Fabrizio Sita R.I.P.

Davide Munarini Condoglianze

Gianfranco Caffini R.i.p !!!!!!!!

Graziano Nocita R.I.P.

Gioconno Leo Che tu possa viaggiare per sempre in sella alla tua moto rip

Francesco Capurso RIP Brother!

Cia Lucia Dusi Rip

Conchi Vaz Cas Descansa en paz compañero !!

Giorgio Borgogni R.I.P.

Federico Hübner R.I.P.

Simone Marchioro RIP altre parole non ci sono

Carla Di Maggio R.I.P.

Claudio Palazzi R.I.P

Lorè Havana Sincere condoglianze dal 1st Bertrange Luxembourg !

Donato Cardone R.I.P.

Irene Magni Le mie piu’ sentite condolianze

Stefano Corona Un abbraccio a Paolo…

Salvatore Quirino Sono vicino a tutti Voi a condividere l’immenso dolore per la perdita del caro Paolo!

Patrick Patrick  Sale semaine pour la famille 63…Ciao Paolo, au revoir Gaëtan.RIP

Ricardo Cabrera  Ráfagas al cielo por nuestros hermanos moteros Paolo y Gaétam.

Iosella Flo Emoticon cry

Richard Poirier En effet sale semaine

Teresa Tereseta R.I.P.

Alain d’Auberville R.I.P.

Christophe Chusseau R.I.P Paolo

Christophe Chusseau Vraiment triste semaine pour la famille FREE CHAPTER

 

 

 

 

11391375_10205943635701413_3876703150677866969_n  non guidarew più veloce   paolo

 

giugno 2016

logo-passatore-monocolore

Free Chapter Romagna Harley Group    Forlì  Italy

 

 

 

Oggi, primo giugno duemilasedici

É passato un anno dal giorno di quell’incidente che ha portato via Paolo.

Il Romagna Harley Group intende ricordarlo con questa piccola raccolta di lettere, che rappresentano quanto il club fosse legato a Paolo e quanto lui lo fosse al gruppo.

Un segno distintivo di fratellanza biker che unisce e consolida i rapporti tra le persone nel segno della motocicletta, quale comune passione ed espressione di vita.

 E’ un modo di capirsi dentro e dire che quel viso non lo si potrà scordare.

Premessa

Durante la vita possono capitare eventi estremamente positivi e piacevoli, ma l’esistenza comprende anche momenti molto dolorosi, come nel caso di una perdita.

La scomparsa di una persona a noi cara è un triste avvenimento che ci segna profondamente.

Quando muore qualcuno a cui teniamo, inizia una lotta per imparare a starne senza, in ogni modo.

Che sia parlarne sempre o non parlarne mai, che sia buttare ogni cosa che ce la ricorda o tenere tutto.

Ripercorrere o tentare di dimenticare, affrontare o scappare.

La morte di chi amiamo ci rende disperati egoisti, perché in quel momento stiamo pensando a che ne sarà di noi, a come gestiremo quell’assenza. 

Ma poi arriva altro. E non é un fiume, ma un mare.

E’ una sensazione immensa: la paura di dimenticare il viso della persona.

Per fortuna gli esseri umani hanno una meravigliosa caratteristica: gli occhi guardano per forza avanti.

Per mille motivi, per gli altri che restano, per noi che restiamo, per la gioia che ognuno cerca poi di provare, per rimanere in piedi, per dare senso alle cose, quella tristezza cieca, se permettiamo che accada, può trasformarsi in ricordi di enorme potenza.

Ricordare le persone che perso, serve.

Si fa ad alta voce, senza timore di spaventare chi ascolta.

Si fa in silenzio, attraverso le fotografie, che ogni tanto si riguardano.

Le canzoni che si ascoltano.   I luoghi che scelgono.

Si fa di proposito, a volte, per piangere e svuotarsi.

Ci si concentra su scene, dettagli, profumi.

Altre volte capita e basta, per colpa di un dettaglio che richiama l’assenza.

E’ come un incantesimo potente, ti trascina davanti a chi ti manca. Quell‘odore di tabacco o di colonia.

Quella telefonata lunga.

Quel gesto abituale con la mano o col braccio.

E’ un modo di capirsi dentro e dire che quel viso non lo si potrà scordare.

Ricordando Paolo

La perdita di una persona cara lascia in genere un grande vuoto.

La sensazione che si prova é come un “vuoto”, poiché si tratta di una sensazione nuova, unica, in cui ci si sente assolutamente impotenti e vulnerabili.

All’apparenza sembra che improvvisamente qualcosa manchi, che si sia liberato un posto che nessun altro possa occupare.

Abbiamo allora i rimpianti per non aver fatto tutto nel giusto modo, di avere sbagliato qualcosa, il senso di non essere stato al posto giusto nel momento giusto.

Nella fattispecie, la morte di un amico, é la fine di una parte della nostra vita, che non tornerà più.

Però é anche l’inizio di un bel ricordo che rimarrà per sempre in un angolino del nostro cuore, magari ce ne scorderemo col tempo, ma lui rimarrà lì e salterà fuori quando meno te lo aspetti e ti farà sorridere.

Perché un bel ricordo non é la fine, ma sia l’inizio di qualcosa.

Quando si perde un amico c’é tanta tristezza ma anche ricordi di gioia…

Ti rivedo qui con me a ridere e scherzare con la tua perenne aria di guascone impenitente, frammista a momenti di malcelata serietà.

A domani amico mio… torno da te e ti porterò quelle foto che non ho fatto in tempo a mostrarti e alle quali forse tenevi tanto.

Ora caro Paolo, goditi l’infinita bellezza dell’eterno, prega per noi, rimasti a vivere su questa terra.

In questo momento sono vicino alla tua famiglia, ai tuoi figli.

Lui non c’é più adesso, é come se si fosse voluto far da parte, lui non è morto, é solo passato da un’altra parte, ed io sono nascosto nella stanza accanto.

Continua a ridere di quello che ti faccia ridere, di quelle piccole cose che tanto ci piacevano nel nostro stare insieme.

Prega, pensami, sorridi se puoi!

La nostra amicizia conserva tutto il significato che ha sempre avuto, c’é una continuità che non si spezzerà mai.

Non sono lontano Paolo, sono dall’altra parte della stanza, proprio dietro l’angolo.

 

 

 

pasquino

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ad un amico scomparso

Dedicato a Paolo…

“Quello che si prova non si può spiegare.
Dietro non si torna, non si può tornare giù,
quando ormai si vola non si può cadere più.”

Primo giorno di giugno duemilaquindici:

un giorno memorabile, carico di significato, da dimenticare, per l’ ondata di disperazione che ha attraversato tutto il RHG per la perdita di Paolo, un biker

ed un amico.
Meglio noto come Black, Paolo è volato via come un soffio di vento, strappato all’ affetto dei suoi cari da un incidente con la moto.

Stante la fredda razionalità del fatto di cronaca, è razionale lo sconforto che ci ha procurato oltre lo scompiglio che ci ha creato.

L’ attività motoristica si è fermata nel segno del rispetto e della partecipazione alla sofferenza e al dolore causati da una morte inaspettata ed ingiusta.

In onore di Paolo, per tenere sempre vivo il suo ricordo, abbiamo realizzato una bacheca in cui é riposto il suo gilet, che non ha mai potuto indossare e che desiderava tanto, ora è affissa nel salone, in club house.

L’ intento della bacheca è di rendere presente il fatto nella coscienza di tutti, forse anche per reagire e per sviluppare una forza suggestiva, al di fuori del fatto di cronaca che tutti conoscono.

La morte di Paolo è un episodio di cronaca e nel contempo una tragedia: nella cruda realtà rimangono disperati i famigliari.
In contrapposto alla realtà, rimane l’eternità e la purezza.
Black è qui, con la sua Harley, adesso viaggia nell’eternità.

In rappresentanza di tutti, pasquino

 

Una lettera dai suoi fratelli biker

Carissimo Paolo

leggo questa lettera a nome di tutti i fratelli biker per esprimerti il dolore e l’amarezza che in questo momento proviamo per la tua improvvisa scomparsa.

Il vuoto che tu lasci lo potremo colmare soltanto con il vivo ricordo della tua immagine che attirava la simpatia di tutti.

Sei stato per noi un amico speciale da prendere come modello, capace di tenere alto il morale del club e di quanti ti erano vicini.

Sarai sempre un esempio di sensibilità e di grandezza d’animo che ci accompagnerà per la vita.

Così, non solo non ti dimenticheremo, ma ti faremo rivivere nella nostra esistenza anche se il tuo sorriso e la tua simpatia ci mancheranno moltissimo.

E tu, Paolo, ci guarderai con la tua solita dolcezza e ci conforterai sempre con il tuo aiuto di vero e inimitabile compagno speciale.

Ciao Paolo, ti vogliamo e ti vorremo sempre bene.

 

pasquino

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una poesia per Paolo

la primavera ha aspettato te per finire

così come tutti i fiori aggrappati ai rami,

in questa strana stagione, attendono un

vento più freddo per mulinare nell’aria e

salire fino al cielo, ad indicare la strada.

Corri, corri con la tua moto

col sorriso negli occhi, goditi il tiepido sole,

nell’ultimo sudore, gli amici sono stretti a te.

Ti attende il paradiso,

quello degli uomini dolci e sguardo sornione

il posto per chi non ha terminato un compito

ma avrà tempo per farlo e farlo a suo modo.

ti abbraccio

LA ROSA DI GERICO

La Rosa di Gerico è una pianta davvero particolare. Essa cresce nel deserto e riesce a sopravvivere a lunghi periodi di siccità, grazie alla sua capacità di “rinascere” quando anche una sola goccia di acqua arrivi a bagnarla.
È questa la condizione in cui si trova chi “sopravvive” alla morte di un proprio caro o di un amico.

Inizia infatti per queste persone un faticoso viaggio interiore, durante il quale, come “cercatori d’acqua”, dovranno trovare risposte a domande sul senso della vita e della morte, sul senso del dolore e della sofferenza, e una volta attraversata la “disperante” sofferenza, ridare speranza alla propria vita.
Quando il 1° giugno dello scorso anno Paolo perse la vita, questo “viaggio” interiore ebbe inizio anche per me.

Essendo motociclista da lunga data, questo fatto drammatico non poteva non toccare anche le corde più profonde della mia vita interiore e spirituale.
Pensando all’immagine della Rosa di Gerico, posso dire di aver sperimentato io stesso quanto, attraverso la dimensione spirituale della vita, ciascuno di noi possa ritrovare quell’acqua, capace di far rifiorire la vita là dove sembrava impossibile.

Camminando insieme potremo sostenerci e condividere la fatica del viaggio alla ricerca della sorgente, ognuno con il proprio passo, con la propria spiritualità, con il proprio modo di credere e ricercare nella fede.